L'Agrifoglio B&B Tolfa

VILLA FRANCESCA

Di recente ristrutturazione, villa Francesca è situata nei verdi boschi dei Monti della Tolfa, tra la piccola frazione di La Bianca e Tolfa.
Paesaggi boscosi e incontaminati, colorati dalle varietà di piante presenti, come l’agrifoglio, da cui prende il nome il b&b.
L’agrifoglio è strettamente legato alla storia dei Monti della Tolfa, perchè legato alla presenza dell’allume, un materiale usato per modificare i colori e la solidità delle tinte. La scoperta, pare legata al fiuto di Giovanni di Castro, commerciante di stoffe dai contorni quasi leggendari che, passeggiando nella zona, aveva notato la presenza di una fitta vegetazione di agrifogli.
Rammentava Giovanni che, in Turchia, zona dove abbonda l’alunite, l’agrifoglio cresce più abbondante e rigoglioso e, trovando nelle zone più impervie di quel territorio intere macchie di queste piante, ebbe ragione delle sue lucide intuizioni.
Il b&b L’agrifoglio è una accogliente dimora dallo stile curato e senza tempo, in essa trovano posto mobili d’antiquariato, oggetti da collezione comprati nei mercatini dell’usato e dell’antiquariato in Italia e all’estero. L’impronta stilistica di Villa Francesca è da attribuirsi al buon gusto della famiglia Gaballo, proprietaria dell’immobile, al quale si è aggiunto il tocco personale di Laura e Aldo, gestori della struttura.
Essendo già stati  impegnati in passato nel lavoro di accoglienza turistica e nella gestione di strutture di ricezione, Laura e Aldo sanno offrire calorosa ospitalità e professionalità in ambiente che rimane squisitamente familiare. Grazie alle loro personalità complementari, sono riusciti a ricreare un’atmosfera magica lontana dai rumori e dalle tecnologie troppo invadenti che scandiscono invece i ritmi della vita di città.
Nel b&b potrete godere degli ampi spazi interni , seduti a leggere un buon libro davanti
al caminetto, o del meraviglioso giardino fiorito , con possibilità di usare barbecou sotto il cielo stellato.

IIl mood essenziale, i cromatismi legati alla terra, il tocco rustico delle scale e dei mobili in legno, fanno di questa villa una dimora sospesa tra passato e futuro, ideale per trascorrere un piacevole soggiorno e abbandonarsi  alla filosofia di Tolfa città slow.
Rigeneratevi nella bellezza dei paesaggi
e scoprite il silenzio leggero, la musica del vento tra le querce, i profumi degli allori e delle mimose.

Schermata 2016-04-29 alle 15.54.46

TOLFA

Tolfa, piccolo paese a soli 70 km da Roma, è circondato da una natura incon- taminata, boschi e pascoli, interessanti siti archeologici dei periodi etrusco, romano, medievale. Si distingue inoltre per l’artigianato del legno, della ceramica, dei lavori in ferro battuto e della pelle, il cui massimo esempio è la “catana tolfetana”.

Tolfa svela le sue origini medievali nelle case in pietra locale abbarbicate al monte della Rocca, raccolte sotto i ruderi del castello, un assetto urbano tipico dell’incastellamento legato alla difesa dagli incursori barbari e saraceni. A Tolfa gli edi ci medievali si incontrano salendo tra i vicoli e le trachiti del domo vulcanico: il Palazzo della Regione, dimora dei Frangipane, padroni della Tolfa dalla prima metà del 1400, la chiesa di S.Egidio e la Rocca, bastione difensivo per secoli ed oggi punto panoramico sul paese e le colline, ai piedi della quale vi è Piazza Vecchia, la prima Piazza Rinascimentale, da cui Tolfa si espanse.
Nel 1530 il fulcro del paese si spostò presso il nuovo Palazzo Comunale, dove nel 1930 fu edi cata Piazza Nuova, con un’ampia balconata panoramica sulla valle del Mignone.
Molte sono le feste popolari che animano il borgo durante l’anno e culminano, a Luglio e Agosto, con la rassegna del cavallo tolfetano, il torneo dei butteri ed il “Festival internazionale dell’arte di strada e dell’artigianato artistico”.